Loreto

23
Agosto
26
Agosto
Sezione Marchigiana Trasporto Bus Partenza da Ancona

Definita la “sosta dell’anima”, la Basilica della Santa Casa rappresenta una delle mete più importanti del turismo religioso in Italia, e dei pellegrinaggi Unitalsi. Il Santuario di Loreto come “la finestra aperta sul mondo a richiamo di voci arcane, annunzianti la santificazione delle anime, delle famiglie, dei popoli” (San Giovanni Paolo II)

PROSSIME PARTENZE

Sezione Andata Ritorno Da Origine Trasporto Quota di Partecipazione
Marchigiana 20190823 20190826 Ancona Bus
Lombarda 20190830 20190902 Milano Bus
Romana-Laziale 20190907 20190909 Roma Bus
Lombarda 20191001 20191004 Milano Bus
Ligure 20191010 20191013 Genova Bus
Campana 20191017 20191020 Napoli Bus
Pugliese 20191108 20191110 Bari Bus
Romana-Laziale 20191210 20191210 Roma Bus

Loreto
Per l’Unitalsi, il Santuario di Loreto è un po’ come una seconda casa.

Qui la famiglia unitalsiana si riunisce in preghiera dinanzi a Maria che, accogliendo tutti nella Sua Santa Casa, aiuta a scoprire come la vita della Santa Famiglia di Nazareth possa essere l’esempio tangibile per tante famiglie cristiane. È questo il mistero di Loreto, uno dei luoghi di pellegrinaggio che, ancora oggi, è tra i più importanti del mondo cattolico.

Era la notte tra il 9 e il 10 dicembre 1294 quando, sul colle su cui sorge la città marchigiana, successe qualcosa di straordinario: trasportata dagli Angeli, arrivava la casa dove, secondo la tradizione, la Vergine Maria nacque, visse e ricevette l’annuncio della nascita di Gesù. Secondo la tradizione, infatti, nel 1291, quando i crociati furono espulsi definitivamente dalla Palestina, la Casa in muratura della Madonna fu trasportata, “per ministero angelico” prima in Illiria e poi nel territorio di Loreto (10 dicembre 1294). Una preziosa reliquia, costituita da tre povere pareti in pietra addossate e poste come a chiusura di una grotta scavata nella roccia.

Tutto a Loreto parla di Maria e tutto si è sviluppato intorno a queste semplici pareti, protette esternamente da un rivestimento marmoreo, progettato nel 1509 dal Bramante. La Madonna di Loreto, detta anche Vergine Lauretana, ha una particolarità: ha il volto nero. La statua originaria, risalente al XIV secolo, fu distrutta in un incendio, quella attuale risalente al 1922 è in legno di cedro del Libano. Loreto è oggi un centro storico-architettonico unico al mondo che può vantare un patrimonio artistico, religioso e culturale senza eguali, meta sin dal medioevo di