Tra la speranza e la gioia la Sezione Calabrese ritorna a Lourdes

Quasi 200 i soci partiti lunedì 6 giugno da Lamezia Terme per il primo pellegrinaggio della stagione 

Dare spazio alla speranza e alla gioia senza farsi sopraffare dai dubbi e dalle incertezze instillate dalla pandemia. Con questo stato d’animo è tornata a Lourdes la Sezione Unitalsi Calabrese, un pellegrinaggio che tanto è mancato a chi, ogni anno, ha considerato l’incontro con la Vergine di Lourdes un rendez-vous fisso e mai saltuario.

E così, lunedì 6 giugno, dall’aeroporto di Lamezia Terme, un nutrito gruppo (quasi duecento persone) tra pellegrini, volontari ed amici in difficoltà,  è decollato per raggiungere la meta del cuore, quella grotta che accoglie e riconcilia con se stessi e con gli altri.

Il programma previsto del pellegrinaggio dell’Unitalsi calabrese si sta svolgendo con tutte le opportune precauzioni in tempi di pandemia, pur contemplando sempre una ricca ed intensa full immersion tra funzioni religiose ed incontri silenziosi ed intimi con Lei, la dolce Vergine dei Pirenei.

Dai passi di Bernadette al rosario alla Grotta, dalla Via Crucis alla messa del pellegrinaggio, dalla visita al Museo di Santa Bernadette alla cerimonia di accoglienza per gli associati del I° anno, passando dalla processione Aux Flambeaux nell’Esplanade, dalla Liturgia Penitenziale fino al “Gesto dell’acqua” nelle Piscine.

Una ripresa ordinaria dei pellegrinaggi a Lourdes tanto desiderata in questi due anni di lontananza. La Sezione Unitalsi Calabrese ha, infine, previsto un secondo pellegrinaggio per questa stagione, che si svolgerà dal 25 settembre all’1 ottobre prossimi.

Roberta Pino, Sezione Calabrese