Siracusa: ‘Un pasto caldo e una carrozzina vuota davanti al Presepe del Santuario’

La carrozzina vuota dell’Unitalsi, quest’anno, ha fatto parte integrante del presepe del Santuario della Madonna delle Lacrime di Siracusa. Simbolo di un periodo difficile per tutti, soprattutto per gli ammalati, per i loro familiari e per chi è morto a causa della pandemia.

Tuttavia, posta davanti al presepe, la sedia a rotelle è segno di speranza, nella certezza della presenza di Dio. Gli ammalati, che quest’anno non hanno potuto visitare la Madonna delle Lacrime, hanno avuto la grazia della presenza di Maria SS.ma al loro capezzale. Accanto ad ogni sofferente, ai piedi di ogni croce – ricorda Papa Francesco – c’è sempre la Madre di Gesù. La Madonna delle Lacrime asciughi con il suo manto di tenerezza le lacrime di sofferenza, affinché nessun figlio di Dio si senta abbandonato.

Un pasto caldo è stato distribuito questa mattina alle famiglie indigenti grazie alla generosità e alla delicata attenzione della Preside e della mensa dell’Istituto Comprensivo “S. Raiti” di Siracusa. Nel rispetto delle norme di sicurezza, i volontari della Casa Carità del Santuario, hanno servito oltre 150 pasti caldi d’asporto a oltre 50 famiglie. Un significativo gesto di carità che lancia un grande messaggio di speranza e di umanità.