Saluzzo celebra gli 80 anni di fondazione in pellegrinaggio

Fu proprio a Loreto nel 1941 che nacque l’idea di costituire la sottosezione

Sarà a Lourdes il prossimo pellegrinaggio dell’Unitalsi è un’esperienza forte ma anche un momento molto atteso dai malati e dai loro familiari per molti dei quali rappresenta l’unica settimana di “vacanza” all’anno la sola occasione per uscire dal proprio ambiente. Due le partenze in programma: il 5 e il 26 settembre in pullman posti in aereo per il viaggio di luglio sono già tutti esauriti. Il santuario mariano nei Pirenei francesi dove la Madonna apparve alla giovane Bernadette è la meta classica che attira da sempre una grande moltitudine di fedeli Quello di Lourdes è un altro appuntamento nel calendario delle celebrazioni per gli 80 anni dalla fondazione dell’unitalsiana Saluzzo.

Ma è a Loreto che nel luglio 1941 nacque l’idea di costituire la sottosezione una nascita che avvenne quasi in sordina e non poté avere risalto sui giornali dal momento che anche il Corriere di Saluzzo era stato costretto a spendere le pubblicazioni in quel periodo. Sotto la guida del Can Antonio Einaudi designato dal Vescovo di allora Oberti nonostante le difficoltà legate agli eventi bellici la neonata sottosezione intraprendeva le prime iniziative. Fin dal settembre di quel primo anno venne organizzata una funzione mariana che si be poi ripetuta ogni anno: fu possibile realizzarla grazie anche all’ospitalità dei Salesiani e vide la partecipazione di oltre 200 ammalati.
L’anno successivo i volontari unitalsiani accompagneranno i primi malati al pellegrinaggio a Loreto.

Al canonico Einaudi subentrò poi Enrico Orazietti quindi Mons Fustella nominò responsabile Domenico Grillo e in tempi più recenti si sono avvicendati Anna Maria Busso Mario Banchio Silvano Borretta Gianfranco “Jack” Bianco. La sottosezione di Saluzzo dell’Unitalsi attualmente guidata da Mario Vincenti supera il centinaio di soci.

Corriere di Saluzzo