Presentato a Senise il progetto ” Un viaggio in compagnia”

L’intervento  di Angela Salerno -presidente gruppo Unitalsi Senise: 

Ringrazio tutti e ciascuno di voi per l’attenzione e la compagnia in questa giornata che prosegue dopo la messa nel cercare con le parole di trasmettervi la gioia dello stare insieme. Ringraziamo sua Eccellenza per l’attenzione che sempre ci riserva, il Sindaco, il vice Presidente Sezionale Unitalsi Rocco Tutino, Angelo Rosella Amministratore del Centro di Riabilitazione CTR, Franco Marcone consigliere di sottosezione Tursi Lagonegro e i nostri parroci che con amorevole attenzione ci guidano nel nostro cammino.

Oggi presentiamo al popolo di Senise ed a tutti nel territorio l’operatività del terzo settore nei bisogni reali dei più deboli e bisognosi. Ringraziando Angelo Rosella per la sua attenzione lo invitiamo ad intervenire.

Intervento di Franco Marcone consigliere Unitalsi  – sottosezione Tursi Lagonegro-

Cari amici, siamo onorati della vostra presenza stasera, dalla messa a qui ora. Prima di entrare nel merito del progetto con il centro di riabilitazione CTR vorrei ricordarmi e ricordarvi perché siamo all’opera, perché stiamo insieme. Ciascuno di noi presenti stasera desidera di essere felice e questo desiderio di felicità ci dà voglia di vivere, di fare.

Prima di tutto perché attraverso quello che facciamo passa la dignità di noi stessi, il nostro onore. Quello che facciamo deve essere ben fatto di per sé, in sé, per sua stessa natura! Come ci ha detto Peguy nell’Argent. E’ la dignità del nostro essere che risalta e risplende in quello che facciamo.

Più siamo evidenti in quello che facciamo più siamo spettacolo per chi ci guarda avendo cura di guardare e trattare chiunque in base alla sua dignità, al suo onore.

E’ proprio la dignità della persona che ci stà a cuore che passa attraverso i bisogni, la cura, l’attenzione all’essere. Eccellenza, noi siamo felici perché siamo certi che avendo cura di sguardi pieni di lacrime, pieni di speranza, desiderosi di amore abbracciamo corporalmente Cristo.

E siamo anche certi che questa attenzione può essere sorretta nello stare insieme, in modo solidale, in un reciproco dono da chi ha bisogno a chi può aiutare e tutto quello che nasce da questa dinamica è spettacolo. E questo spettacolo si realizza anche in assenza dello STATO, perché sono i corpi sociali che per tutto quello che ho detto, organizzandosi, cercano di sopperire ai bisogni.

In questa attenzione, anche conoscendoci da molti anni, molto spesso aiutati da Angelo Rosella benefattore, ci siamo incontrati su un bisogno reale, noi bisognosi di un mezzo adeguato al trasporto disabili e il CTR bisognoso di essere supportato nel servizio di trasporto di chi frequenta il Centro di Riabilitazione.

E’ stato immediato riconoscerci e richiamarci ad una corresponsabilità per avere cura di chi abbiamo a fianco. Che il Buon Dio renda grazia ad Angelo ed ai suoi collaboratori.

Radio Senise Centrale