Potenza: laboratorio Unitalsi realizza mascherine per ospedale e carcere

A lavoro le volontarie, in collaborazione con il comune, anche per i gambali e le cuffie mediche.
Il laboratorio di cucito”Bernadette” della sottosezione dell’Unitalsi di Potenza – nato dal Progetto “Botteghe Diverse” – sta realizzando gratuitamente mascherine grazie all’impegno di tanti volontari dell’associazione che stanno lavorando da casa. Le prime 120 mascherine sono state consegnate al reparto di Oncologia dell’ospedale San Carlo.
Inoltre, è stato accolto l’appello dell’assessore alle Pari Opportunità – Politiche Giovanili – Infanzia del comune di Potenza, Marika Padula  per realizzare gambali e cuffie mediche per l’ospedale. L’assessorato ha fornito sia il turorial per la realizzazione di tale materiale sia alcune materie prime.
“Abbiamo bisogno – spiega Michela Consolo, presidente della sottosezione Unitalsi di Potenza –  soprattutto della stoffa adatta, la TNT, filo bianco e soprattutto elastico che è quello che scarseggia di più, per chi può aiutarci a reperire il materiale può contattare contattare la Sottosezione al numero 380 2663913 oppure si può inviare una mail a unitalsipotenza@gmail.com“.
“Il nostro rapporto con l’ospedale e in particolare con il reparto di oncologia – aggiunge – CONSOLO – non nasce oggi, ma da oltre 2 anni facciamo volontariato sia per il sostegno ai medici e agli infermieri, sia di assistenza ai malati. Le mascherine che abbiamo realizzato sono sia per il personale dell’ospedale che per i pazienti oncologici. Oggi consegneremo anche i primi gambali e le prime cuffie”. “La nostra iniziativa –  conclude CONSOLO – prevede anche la prossima consegna al carcere minorile di Potenza sia per il personale, che per i ragazzi detenuti”.