Lamezia Terme e l’Arma dei Carabinieri per il Kosovo

L’Unitalsi al fianco del CIMIC reparto dell’Arma dei Carabinieri inserita nel Comando Nato dislocato in Kosovo 

È partito un progetto tra Gruppo Unitalsi sottosezione di Lamezia Terme e la Cimic Reparto dell’Arma dei Carabinieri inserita nel Comando Nato dislocato in Kosovo. Grazie a questa comunione di intenti sono stati raccolti beni di prima necessità che arriveranno in Kosovo.
“Un grande esempio di carità cristiana”, scrivono, con l’arrivo di due camion della Cimic , la cooperazione civile e militare (Multinational CIMIC Group) . Un gruppo di ragazzi diversamente abili è riuscito con l’aiuto dell’Unitalsi sottosezione di Lamezia Terme a portare a termina una importante donazione riuscendo a donare un’ingente quantità di vestiario (Donna, Uomo e Bambino) e tantissimi giocattoli e alimenti di prima necessità alle popolazioni del Kosovo , offrendo cosi la possibilità concreta di salvare qualche vita umana.

“Teniamo a ringraziare – dichiara Francesco Bonaddio Gruppo Unitalsi di Lamezia Terme – tutti i donatori che sino all’ultimo minuto ci hanno sostenuto inviando materiale e doni. Senza di voi sarebbe stato solo un sogno, senza di voi non sarebbero esistiti i tanti sorrisi che stiamo donando per le strade del Kosovo. La Vita Cristiana è una missione , il gruppo di ragazzi diversamente abili, tra gli altri, presenti nell’Unitalsi hanno voluto mettere il proprio impegno nel realizzare questa giornata ed aiutare chi ha bisogno – e aggiunge – amare il prossimo è amare Cristo e il Gruppo Unitalsi e i ragazzi della Cimic hanno dimostrato ancora una volta una grande sensibilità , amore verso il  prossimo e che questa è una collaborazione vincente.” (ilLametino.it)