Anagni: Al via speciale progetto di sostegno formativo per i profughi ucraini

Troppo spesso e in vari contesti si sente parlare di solidarietà, vicinanza a chi ne ha bisogno; troppo spesso però questi messaggi restano lettera morta, senza nessun riscontro concreto nella quotidianità. Al contrario invece di chi impegna tutto se stesso per raggiungere l’obiettivo.

Come è accaduto recentemente grazie alla stretta collaborazione tra la Caritas della diocesi Anagni-Alatri, l’Unitalsi sottosezione Anagni-Alatri e l’associazione FormazWork di Fiuggi, che hanno concretizzato un progetto di sostegno educativo e formativo. Un percorso di studi, pratici e teorici, che hanno dato il via ai primi corsi per gli immigrati ucraini, uomini e donne fuggiti dalla guerra e che oggi avranno una possibilità in più per vivere meglio in Italia. I primi corsi iniziati, rivolti a tutti gli ospiti presenti in diocesi, sono i seguenti: lingua italiana, cucina e onicotecnico.

“Un primo passo per dare modo a chi resterà qui in Italia di potersi integrare in maniera concreta! Tutti i corsi a cui parteciperanno – spiega il condirettore Caritas Piergiorgio Ballini – daranno modo alle persone di ricevere un’attestato di partecipazione. Un documento importante che ne certifica la preparazione e soprattutto perché potrebbe aprire a queste persone le porte di una vita migliore. Siamo consapevoli delle difficoltà che stiamo vivendo e che possiamo superare soltanto grazie alla collaborazione, alla solidarietà e a tutte quelle forme di aiuto reciproco che possano migliorare gli altri e anche un po’ noi stessi. Infine vorrei rivolgere un ringraziamento per la preziosa collaborazione al dottor Mario Limodio, responsabile emergenza Ucraini – ASL Frosinone – e al Distretto socio Assistenziale di Alatri”. I corsi si svolgono a Fiuggi fonte, dal lunedì al venerdì.