A Bronte “Per una gioia eterna” convegno in ricordo del medico Lino Zappia

Medico e unitalsiano, buono e caritatevole, la sua figura sarà ricordata in occasione di un convegno anche dalla ‘miracolata’
Delizia Cirolli e dal rettore del Santuario Maria SS. Annunziata Monsignor Capizzi 
“Molti uomini sono stati capaci di fare una cosa saggia, molti di più di farne una furba, ma pochissimi sono stati capaci di farne una generosa”. Lo diceva il poeta Alexander Pope. Ma se un uomo, aggiungiamo noi, non è stato solo generoso, ma anche profondamente buono e caritatevole, allora il suo esempio diventa rarissimo. Ecco perché la sottosezione dell’Unitalsi di Bronte oggi ricorda il dott. Lino Zappia, un medico che è stato generoso, buono e caritatevole. In tanti lo ricordano perché ci ha lasciati nel 1989, all’età di 73 anni.
Ed oggi, alle 9.30 nell’agriturismo “Etna Musa”, la dottoressa Cristina Cannata, presidente della sottosezione ne ricorda la figura, nel corso di un convegno cui interverranno Nunzio Faranda, presidente della sezione Unitalsi della Sicilia Orientale, il dott. Mario Zappia, nipote del dott. Lino Zappia, Delizia Cirolli, della sottosezione di Paternò che ha ricevuto il dono di essere stata miracolata dalla Madonna di Lourdes, padre Luigi Camuto e mons. Nunzio Capizzi, rettore del santuario Maria Santissima Annunziata. A moderare i lavori sarà il dott. Salvatore Miria.