Per favore, Bernadette, prestami i tuoi zoccoli

Oggi 16 aprile, anniversario della nascita al cielo di Santa Bernadette il nostro sguardo è attratto dai suoi zoccoli. Pensiamo la giovane Bernadette Soubirous che l’11 febbraio 1858 percorre la strada dalla sua casa, il Cachot, alla Grotta in cerca di legna da ardere. Sentiamo il suono dei suoi passi scandito dal battere dei suoi zoccoli sulla strada.

Chiediamo anche noi oggi a Bernadette di prestarci i suoi zoccoli simbolo di povertà, di umiltà e di quella semplicità che alberga nel cuore di chi si è fatto strumento del Signore pronunciando il suo “Sì” incondizionato. Chiediamole di darci la forza di continuare con fiducia il nostro cammino in questo tempo difficile. A lei affidiamo chi ha paura, gli ammalati, i loro famigliari e quanti li assistono.

Preghiera a Santa Bernadette (di Marie Luise Pierson)

Per mettere sui tuoi passi
i miei passi troppo incerti,
per favore, Bernadette, prestami i tuoi zoccoli.
Sono per me simbolo di buon senso e al tempo stesso
di spirito di povertà e di semplicità.
Tu sai bene, ahimè, che tutto ciò mi manca,
per favore, Bernadette, prestami i tuoi zoccoli.

Andavi a raccogliere la legna che arde
e riunisce gli uomini per riconfortarli.
Perché possa anch’io riscaldare coloro che cercano
un sorriso, una parola, un sostegno, il silenzio,
per favore, Bernadette, prestami i tuoi zoccoli

E se sono troppo piccoli, che mi rendano umile,
che io cammini , cadendo e rialzandomi,
a piccoli passi, sapendo che sono limitato …
per favore, Bernadette, prestami i tuoi zoccoli.

Per andare verso Maria con più di fiducia,
per scoprire l’acqua viva offerta agli assetati,
per andare alla mensa alla quale ci invita il Signore
per condividere la sua parola e il so pane,
per favore, Bernadette, prestami i tuoi zoccoli

Per salire verso il Padre che mi attende e mi ama,
per partecipare alla festa al termine del mio cammino
portando le mie gioie e le mie pene
e chiederti di darmi la mano,
per favore, Bernadette, prestami i tuoi zoccoli.