Parata del 2 giugno: dai volontari passione civica e senso di responsabilità

Sono 50.000 gli operatori volontari in servizio, impiegati in quasi 6.000 progetti sul territorio nazionale e in 68 Paesi esteri. Sono giovani che hanno scelto volontariamente di dedicare alcuni mesi della propria vita al servizio di difesa non armata e non violenta della Patria, all’educazione, alla pace tra i popoli e alla promozione dei valori fondativi della Repubblica italiana, attraverso azioni per le comunità e per il territorio. Il Servizio Civile Universale rappresenta un’importante occasione di formazione e di crescita personale e professionale per i giovani, che sono un’indispensabile e vitale risorsa per il progresso culturale, sociale ed economico del Paese.
Tra questi, anche i giovani appartenenti all’Unitalsi che come ormai consuetudine sfilano in occasione della parata del 2 giugno per l’anniversario della proclamazione della Repubblica italiana, alla tradizionale Rivista ai Fori Imperiali. Quest’anno è toccato a Christian (lnela prima foto a partire da sx cerchiato in rosso) giovane volontari dell’Unitalsi a partecipare alla parata ai Fori Imperiali. Per questo, la Presidenza del Consiglio dei Ministri, nella persona della Dott.ssa Immacolata Postiglione, coordinatrice dell’ufficio ha voluto esprimere attraverso una lettera il suo sentito e sincero ringraziamento alle associazioni ed Enti che hanno partecipato all’evento.

“Ancora una volta la partecipazione dei giovani volontari del Servizio civile alla cerimonia della Festa della Repubblica è stata significativa e ha suscitato particolare emozione. Ho l’obbligo di esprimere un sentito apprezzamento e ringraziamento ai volontari che, nel corso delle esercitazioni nonché proprio nel giorno della cerimonia, hanno dimostrato grande senso di responsabilità, profondo impegno e passione civica, contribuendo, così, a riaffermare i valori del Servizio Civile Universale. Analogo ringraziamento va a codesti Enti che con la loro disponibilità hanno permesso ai citati volontari di poter partecipare ad un evento così importante e quindi di vivere questa straordinaria esperienza”.  

 

LA COORDINATRICE DELL’UFFICIO
Dott.ssa Immacolata Postiglione
La lettera