Nel Giubileo del Santuario di Pompei ritorna il pellegrinaggio Nazionale 

Dopo la sospensione per la pandemia, saranno mille, i soci che da diverse Regioni raggiungeranno il santuario mariano dove è stata concessa l’indulgenza plenaria

Si terrà sabato 29 ottobre il pellegrinaggio nazionale dell’UNITALSI (Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali) al Santuario della Beata Vergine del Santo Rosario di Pompei, giunto alla sua 18ª edizione. A guidare il pellegrinaggio nazionale saranno Rocco Palese, Presidente Nazionale, Cosimo Cilli e Sabatino Di Serafino, Vice Presidenti Nazionali e Federica Postiglione, Presidente della Sezione Campana. 

 Ritornare allesperienza di Bartolo Longo a distanza di centocinquanta anni, questo il tema conduttore degli innumerevoli eventi che il Santuario di Pompei ha organizzato in occasione dell’Anno Giubilare Longhiano che ha avuto inizio il 1° ottobre 2022 e terminerà il 31 ottobre 2023.  Tra questi, si inserirà anche il pellegrinaggio Nazionale dell’Unitalsi, fermo da due anni per via dell’emergenza pandemica, coinvolgendo più di mille soci provenienti dalle Sezioni limitrofe: Romana Laziale, Marchigiana, Pugliese e Calabrese insieme a quella Campana. Sabato mattina, alle ore 09:00, tutti i soci si riuniranno nel piazzale Giovanni XXIII per recitare la preghiera che darà inizio al pellegrinaggio. 

Lourdes, Fatima, Terra Santa, Loreto e oggi Pompei, lUnitalsi sta ritornando dopo aver vissuto anni difficili – ha detto Rocco Palese, Presidente Nazionale Unitalsi – ritorniamo nel luogo dove Bartolo Longo 150anni fa diede vita alla sua straordinaria opera di carità per gli adolescenti abbandonati, per i poveri e per gli ammalati. Questo santuario testimonia la speranza, la stessa che anima i tanti soci dellUnitalsi che ogni giorno, ognuno nei propri territori, mostrano la bellezza dellessere volontari, della gioia del nostro servizio, proprio come insegna lesperienza di Bartolo Longo, esempio illuminante di carità e di come affrontò le difficoltà sociali e civili”.

Stiamo vivendo a Pompei un anno davvero speciale: il centocinquantesimo dellarrivo del Beato Bartolo Longo, nellottobre 1872, per la prima volta nellallora Valle desolata – ha dichiarato Mons. Tommaso Caputo, Arcivescovo e Prelato di Pompei e delegato pontificio per il Santuario. Per celebrare quel primo arrivo del Fondatore, che ha trasformato una terra abbandonata in una Città divenuta simbolo mondiale di fede e di carità, abbiamo intrapreso, lo scorso 1° ottobre, il Cammino Giubilare Longhiano. Fino al 31 ottobre 2023 attraverso celebrazioni, incontri, riflessioni, eventi culturali desideriamo scoprire come il carisma del Fondatore di Pompei continua a parlarci ancora oggiÈ una grande gioia – ha sottolineato Mons. Caputo – condividere con voi unitalsiani il Cammino Giubilare. Siete esempio di amore a Maria e, sul suo modello, di accoglienza piena della volontà di Dio. È certamente la ragione della letizia che vediamo nei vostri occhi. Saluto con cordialità il Presidente nazionale Rocco Palese, eletto nello scorso mese di settembre. La Madonna di Pompei e il Beato Bartolo Longo lo accompagnino nella missione, delicata e bella, che gli è stata affidata perché gli unitalsiani continuino – e cito parole del Presidente il giorno della nomina – a guardare gli uni il cuore degli altri”. A tutti voi: benvenuti!”.  

 LArcivescovo e Prelato di Pompei ha anche annunciato la concessione dellindulgenza plenaria, dallottobre 2022 fino alla fine di ottobre 2023, alle solite condizioni. Alle 10:30 Mons. Carlo Villano Vescovo Ausiliare di Pozzuoli celebrerà la Santa Messa e la Supplica alla Madonna di Pompei. Nel pomeriggio, alle ore 14:00 saranno accolte le reliquie di Bartolo Longo presso la Sala Marianna de Fusco, all’interno del Santuario, per la Venerazione e dove seguirà alle ore 14:30 una catechesi sull’opera del fondatore del Santuario di Pompei. Nel pomeriggio il pellegrinaggio proseguirà con la processione eucaristica alle ore 17:00 nel piazzale Giovanni XXIII e alle ore 20:00 la tradizionale aux flambeaux ispirata alla pace universale.