La Giornata dell’Adesione per rinnovare il proprio Sì

Nell’ampia rassegna dedicata alla Giornata dell’Adesione vi proponiamo il servizio pubblicato dalla Gazzetta del Sud di Rachele Gerace

La testimonianza di un impegno che si concretizza nella condivisione del bisogno dei fratelli come “carico” di speranza, attesa, gioia autentica. È questo il senso della Giornata dell’adesione che l’Unitalsi celebra ogni anno la prima domenica di avvento. Un momento di preghiera condivisa nel quale anche la sottosezione di Messina, presieduta da Saverio Armone, ha voluto rinnovare il proprio Sì, tradotto quotidianamente in esperienza di tenerezza e carità, assieme all arcivescovo Giovanni Accolla che ha presieduto la solenne celebrazione nella chiesa di san Nicolò di Bari a Pistunina. «L’opera dell’Unitalsi, caratterizzata dall’accompagnamento degli ammalati nei pellegrinaggi, rappresenta una delle espressioni più alte delle opere di misericordia corporale e spirituale», ha detto il presule richiamando il cammino sinodale e il significato del verbo “vegliare”, inteso come “andare oltre l’assuefazione al dolore e al disagio delle sorelle e dei fratelli che soffrono”. Un cammino che si rinnova nel segno della speranza nonostante le incertezze del tempo attuale, «con la mano tesa a quanti vivono nella sofferenza» ha sottolineato il parroco Giovanni Pelleriti, assistente ecclesiastico dell’Unitalsi.

Per l’occasione l’arcivescovo ha benedetto la divisa indossata dal nuovo associato, Rosario Foti, e al termine della celebrazione animata dal coro parrocchiale è stata recitata la preghiera del personale. Richiamando le parole del presidente nazionale Rocco Palese, Armone ha sottolineato la bellezza dell’esperienza comunitaria vissuta dall’associazione, «espressione di un cammino di fede da percorrere con chi porta con sé sofferenze e gioia».

A mons. Accolla l’Unitalsi Messina ha consegnato l’icona della Madonna di Lourdes, dono di ogni sottosezione al vescovo della propria diocesi.