La casa famiglia  “CASSIOPEA” di Pisa compie 15 anni, il “DOPO DI NOI” è una realtà

L’Unitalsi é da sempre attenta alle necessità del territorio, ai bisogni della società e alle richieste delle persone meno fortunate. Da tempo l’Associazione ha sviluppato una sensibilità particolare e con grande attenzione ha affrontato una delle emergenze che colpisce le famiglie di persone con disabilità fornendo una risposta concreta alla domanda del “dopo di noi” pensando a cosa accadrà quando il nucleo familiare d’origine non ci sarà più.
Dal carisma associativo fatto di accoglienza, vicinanza ai più deboli e soprattutto di tanto coraggio sono nate belle realtà che hanno potuto dare una soluzione concreta a persone disabili rimaste senza sostegno familiare, offrendo una casa ed un futuro e ricreando un clima fatto di quotidianità e condivisione.
Dalla vocazione all’accoglienza, sono nate la Comunità alloggio “Cassiopea”, gestita dalla Cooperativa Cassiopea Città Progetti 1 di Pisa, e la Comunità socio-riabilitativa “Monsignor Frezza”, gestita dalla Fondazione Lamacchia Onlus di Barletta.

Oggi é una giornata speciale per la comunità alloggio Cassiopea di Pisa che festeggia 15 anni di vita. “La comunità Cassiopea – racconta Cosimo Cilli, responsabile del Settore Progetti dell’Unitalsi, é una casa famiglia dove, grazie alla caparbietà, al grande coraggio, al cuore di tanti volontari e alla collaborazione di personale specializzato, gli ospiti possono vivere serenamente in una dimensione di vera famiglia, dove la quotidianità ha i ritmi di sempre, della vita di tutti i giorni e dove sia le gioie sia le problematiche sono accolte e condivise. La nostra associazione é cresciuta tanto diventando testimonianza credibile di accoglienza e grazie all’esperienza e alla passione di nostri soci unitalsiani, casa Cassiopea é diventata una realtà concreta di solidarietà e vicinanza al prossimo. Un ringraziamento particolare da tutta l’associazione va a Riccardo Loni, presidente della cooperativa Cassiopea  e a Marzia Tanini, già consigliera nazionale Unitalsi delegata ai progetti, per aver portato lo stile caritatevole, il carattere e il cuore della nostra Associazione in questa esperienza in risposta al messaggio della S. Vergine dalla Grotta di Lourdes. L’Associazione intera gioisce con tutti i volontari, gli operatori e gli ospiti della comunità in questo giorno di festa”. Ancora buon compleanno casa Cassiopea!