IL PAPA IN EMILIA, UNITALSI MOBILITATA

Attivi i servizi di accoglienza e di trasporto per la visita a Carpi e Mirandola. Coinvolte 3.500 persone, tra disabili e volontari provenienti da tutte le sottosezioni locali

Da tutta la Sezione Emiliano Romagnola saranno in molti a partecipare alla visita che Papa Francesco effettuerà domani domenica 2 aprile a Carpi e Mirandola. All’UNITALSI (Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali) è stato affidato il servizio di accoglienza e trasporto disabili delle persone che raggiungeranno Carpi per vivere la Santa Messa in piazza Martiri, ascoltando anche le parole di ringraziamento del Vescovo di Carpi, Mons. Francesco Cavina. Al termine della messa sono previsti l’Angelus e la benedizione delle prime pietre di tre nuovi edifici della Diocesi di Carpi: la parrocchia di Sant’Agata a Carpi, la Casa di esercizi spirituali di Sant’Antonio a Novi, la "Cittadella della carità" a Carpi. Quattro i discorsi previsti poi l’incontro con i terremotati e l’omaggio alle vittime del sisma del 2012.

L’Unitalsi sarà presente a Carpi con circa 3.500 persone, tra disabili e accompagnatori, più di 100 volontari che accompagneranno le persone ammalate dai luoghi di parcheggio al palco della celebrazione utilizzando 50 carrozzine messe a disposizione dall’associazione, oltre a svolgere un servizio di distribuzione dei pass dal punto informazioni, che l’Unitalsi ha allestito in piazza, in Viale De Amici. “
“A Carpi parteciperanno tutte le sottosezioni locali dell’Unitalsi – ha spiegato Paolo Carnevali – Presidente Unitalsi Carpi – siamo felici ed emozionati di vedere Papa Francesco, i cittadini di Carpi e Mirandola hanno bisogno della sua vicinanza e del suo incoraggiamento. Siamo ancora emozionati dopo aver vissuto uno dei momenti più intensi per noi cittadini e unitalsiani dal quel 2012, la riapertura della Cattedrale di Santa Maria, un luogo simbolo per il suo valore religioso, artistico e culturale, ma soprattutto come simbolo di speranza per noi e per i nostri concittadini del Centro Italia”. A Carpi insieme ai responsabili regionali sarà presente il Presidente della Sezione Emiliano Romagnola, Anna Maria Barbolini e il delegato nazionale Federico Lorenzini.

“L’Unitalsi è servizio, è Chiesa – ha dichiarato Antonio Diella, Presidente Nazionale – è permettere anche agli ammalati, ovunque essi siano partendo dalle periferie, di vivere questi importanti momenti di preghiera, di gioia e di comunità. La nostra è un’Associazione che, anche in queste occasioni, prende linfa dal nostro impegno quotidiano sui nostri territori come una grande famiglia che si mobilita e si raccoglie intorno a Papa Francesco, come ha testimoniato la visita a Milano e come sarà a Carpi pensando già alla prossima visita del Santo Padre a Genova”.