#GA2020: ecco le nuove Tessere soci per l’anno 2021

Il 29 Novembre 2020, prima domenica d’Avvento, celebreremo la Giornata dell’Adesione.

Le tessere stanno arrivando presso le Sottosezioni per essere consegnate ai soci:

Ausiliari e Effettivi – Aggregati – Benefattori

La tessera è simbolo di appartenenza alla nostra realtà associativa. Anche quest’anno ricorda l’annuncio del Tema Pastorale <<L’immacolata>> ed esprime l’intenzione di rimanere per tutti i soci dell’Unitalsi memoria del nostro servizio. In questo 2020 così particolarmente difficile per l’umanità intera la tessera diventa se possibile ancora più segno di unione e condivisione di un cammino.

Lo ha spiegato nella lettera di accompagnamento alle nuove tessere il presidente nazionale, Antonio Diella, che così si è rivolto a tutti i soci: “Pur in un momento così difficile per l’associazione e per tutti i soci, l’apertura del tesseramento 2021 non è una sorta di inutile imprudenza ma un “segnale di futuro” che vogliamo lanciare a tutti, un “principio di cammino” per il momento in cui potremo riprendere in pienezza la nostra vita associativa“.

Questa è la tessera che l’Associazione dona ai Soci ausiliari ed effettivi:

Ricordiamo che “Sono Soci ausiliari le persone di maggiore età che intendono prestare servizio volontario secondo le finalità dellʼAssociazione e dichiarano … di rinnovare annualmente lʼimpegno associativo di adesione e di versare la quota annua dʼiscrizione. I soci ausiliari si distinguono in: Barellieri, Sorelle di assistenza, Medici, Sacerdoti, Ammalati e Disabili”.  Inoltre, “possono essere ammessi a Soci effettivi i soci ausiliari che, nel triennio antecedente ….  hanno partecipato ad almeno due pellegrinaggi … hanno annualmente rinnovato l’impegno associativo di adesione e sono in regola con il versamento annuale della quota associativa”.

 

 

 

 

 

 

 

 

Questa è, invece, la tessera che l’Associazione consegnerà ai Soci aggregati:

Specifichiamo che “Sono soci aggregati: a) i pellegrini che partecipano ai pellegrinaggi; b) gli ammalati o disabili che partecipano ai pellegrinaggi e non presentano la domanda di ammissione a socio ausiliare; c) i giovani che abbiano compiuto il quattordicesimo anno di età e che desiderano prestare servizio di volontariato con il consenso dei genitori ed affidati a persona da questi indicata; d) coloro che chiedono di prestare servizio di volontariato nellʼAssociazione nellʼimminenza del pellegrinaggio o nel corso dello stesso; e) coloro che sporadicamente partecipano alle attività dellʼAssociazione e/o usufruiscono delle strutture e dei servizi della stessa”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

C’è anche una tessera particolare che è la tessera dedicata ai benefattori, ovvero tutte quelle persone che sostengono l’Unitalsi.

Ricordiamo che “Sono Benefattori coloro che, condividendo le finalità dell’Associazione, vi danno la loro adesione con eventuali offerte ed iniziative benefiche (Statuto, art. 10). L’iscrizione ha la durata di un biennio a far data dal giorno dell’adesione”.

Tenendo conto della difficile situazione attuale che ha comportato la sospensione degli incontri e delle attività associative nelle nostre sedi, vengono confermate le modalità di versamento della quota già decise lo scorso anno: consegna della quota in sottosezione, versamento attraverso il bollettino postale e bonifico bancario intestato alla sottosezione o sezione di appartenenza.

Torneremo ancora a parlare della Giornata dell’Adesione 2020, ma intanto rinnoviamo l’invito da estendere a tutti i soci a partecipare alla campagna social #aderiscoxché.

Torneremo ancora a parlare della Giornata dell’Adesione 2020, ma intanto rinnoviamo l’invito a partecipare alla campagna social #aderiscoxché e a rimanere sintonizzati sui nostri canali web e social per aggiornamenti e novità.

Concludiamo con le parole del nostro presidente, un invito alla speranza per tutti: “L’Associazione ha sospeso le sue attività nelle sedi ma non ha sospeso la sua vita, che continua nelle mille forme che, in piena sicurezza, la fantasia di tanti soci e responsabili sta concretizzando. In un tempo così difficile e in cui la delusione e la rabbia sembra stiano prendendo il posto della speranza e della fiducia, dobbiamo continuare a vivere l’Amore, a prenderci cura, nella preghiera e nella carità, dei più fragili, a credere nel futuro nostro, della Chiesa, del mondo“.