A Roma sabato 18 maggio A-MARE cocktail di solidarietà e arte

Nell’incantevole cornice del centro storico di Roma la raccolta fondi organizzata in collaborazione dalle Sezioni Ligure e Romana Laziale.

L’evento “A-mare” si terrà sabato 18 maggio a partire dalle ore 18, in uno spazio suggestivo, la terrazza della storica sede romana di Civita in Piazza Venezia e vedrà la partecipazione dell’artista Marco Nereo Rotelli che presenterà le opere che ha donato all’Unitalsi Ligure. Si tratta di quadri di 20×20 cm, in cui l’autore ha mescolato i vivaci colori di pesci e di oniriche creature marine. Le opere possono essere visionate e aggiudicate sul sito della Sezione Ligure www.unitalsiligure.it.
Rotelli, astista eclettico, ha creato negli anni una forte interrelazione tra l’arte e le diverse discipline del sapere coinvolgendo nel suo lavoro non solo filosofi, musicisti, fotografi e registi, ma anche poeti. Per questo alle ore 21.00 durante il cocktail è previsto un evento speciale quando Rotelli presenterà le sue opere coinvolgendo la poetessa Patrizia Chianese nella performace “Incontro tra linguaggi” dove verranno lette poesie scritte dai detenuti del carcere di Rebibbia di Roma.

Il ricavato dell’evento e della vendita delle opere servirà a finanziare i progetti dell’UNITALSI al fianco delle persone malate o con disabilità. In particolare, sia Roma che Genova ospitano le case del Progetto dei Piccoli, che accolgono gratuitamente le famiglie dei bambini ricoverati per lunghi periodi negli ospedali pediatrici delle due città, in particolare il Bambino Gesù e il Policlinico Gemelli di Roma e l’Istituto Gaslini di Genova.

“Un evento in una location speciale – dichiarano congiuntamente Gemma Malerba, presidente dell’UNITALSI Ligure, e Preziosa Terrinoni, presidente dell’UNITALSI Romana-Laziale – che ha come obiettivo quello di continuare a sostenere le nostre tante attività a favore di chi soffre. Roma e Genova sono legate dalla presenza di alcuni dei principali poli pediatrici italiani, ed è per questo che abbiamo pensato a questo evento comune, che permetterà a tante famiglie di essere più facilmente accanto ai propri figli costretti in ospedale. Ringraziamo Civita per la sua accoglienza e il suo aiuto a favore della nostra Associazione e tutti coloro che, partecipando, ci aiuteranno a donare speranza”.